David Heyman: le scene di King’s Cross e della storia del Principe in Harry Potter e i Doni della Morte: Parte II

David Heyman: le scene di King's Cross e della storia del Principe in Harry Potter e i Doni della Morte: Parte II

Le rivelazioni di riguardo alcune scene dell’ultimo film della serie.

Durante la serata della premiazione di Harry Potter e i della Morte: Parte II ai , domenica 13 febbraio, il produttore , intervistato dall’Empire, ha dato qualche piccolo, vago riguardo le scene della fermata di King’s Cross e della storia del Principe Mezzosangue, affermando di averne visto un taglio piuttosto notevole.

Empire: “Cosa dice della del film? Ci sono davvero dei così grandi tagli?”

Heyman: “Solitamente sono i momenti malinconici che mi attraggono di più, quei bei, calmi momenti nei film. Sì, ho visto una riduzione nelle scene davvero immediata. E’ emozionante. Non ci sono , musica, , ed è davvero eccitante. Ma è ancora presto, e il film continuerà a svilupparsi oltre i prossimi molti mesi. Penso che sarà un gran finale per la serie. Il lavoro per questo film è stato davvero lungo: abbiamo girato per oltre 260 giorni.”

Empire: “Ma lei ovviamente ha cercato delle soluzioni per scene per cui i fan erano preoccupati, come quella di King’s Cross, e le scene dei flash-back.”

Heyman: “Bè, in un certo senso questo film presenta una più semplice rispetto al primo, essendo abbastanza definita. Parlando della di King’s Cross,  ed è davvero movimentata. Effettivamente l’abbiamo girata una volta, e poi l’abbiamo rifatta per ridefinire qualcosa, e sono felice che ciò sia stato fatto. E’ una calma, ma movimentata, e penso che concluderà il film nel modo . L’unico flash-back a cui si può pensare è sicuramente quello di Piton, quando Harry va nel Pensatoio di Silente, e vede la storia del Principe; è una ’essa ben definita, ma comunque molto movimentata.

Una che ammiro molto nel lavoro di è che lui si interessa molto della vita dei . Sì, sicuramente c’è molta azione man mano che il film giunge verso la fine, c’è anche molto boom-boom-boom, per così dire, ma prende anche del tempo per l’umanità. E’ quello che mi è piaciuto molto nella prima parte del film, il desiderio di avere quel tempo da trascorrere con i . Anche nella , che è più movimentata, c’è tempo per nasconderlo, e questo è grandioso.”

Oltre a ciò, il compositore Alexander Desplat e la sua musica per Harry Potter e i della Morte: Parte I hanno ricevuto delle nominations per il premio dell’IFMCA , International Films Music Critics Association, per l’eccellenza dimostrata nella colonna sonora del settimo film della serie. Desplat ha ricevuto anche altre sette nominations per le colonne sonore di film del’anno passato, tra cui lo stesso Harry Potter e i della Morte: Parte I, che è stato riconosciuto per la migliore colonna sonora nella categoria Fantasy/Science Fiction/ Horror film. Le premiazioni verranno annunciate il 25 febbraio 2011.

Fonte: snitchseeker.com

Condividilo subito!

I commenti sono chiusi